10 progetti per oltre 12 milioni di euro in risposta al programma di ricerca e sviluppo della Regione dedicato al settore aerospaziale

Il Distretto Aerospaziale della Sardegna (DASS) Scarl e i suoi Soci hanno risposto al bando regionale scaduto ieri con numerosi progetti Рper un ammontare complessivo di oltre 12 milioni di euro Рche richiedono un cofinanziamento pubblico di poco meno di nove milioni a fronte di una disponibilità prevista dal bando di cinque milioni.

Il bando, che si inserisce nella strategia di specializzazione intelligente regionale, prevedeva le seguenti priorità tematiche e ambiti tecnologici: a) piattaforme unmanned (droni) e payload (sensori) per applicazioni civili e duali; b) monitorizzazione dello spazio, con lo scopo sia di aumentare la sicurezza del patrimonio orbitante (quali ad esempio i satelliti e le stazioni orbitanti), che di offrire ad utenti istituzionali (agenzie spaziali e istituzioni preposte alla sicurezza nazionale) e privati (operatori satellitari) informazioni rilevanti per la sicurezza dei loro asset; c) monitoraggio ambientale e del territorio basato su tecnologie satellitari (GPS, Galileo, Copernicus); d) dispositivi elettronici analogico-digitali a microonde, dispositivi metrologici non a contatto, caratterizzazione di materiali alle altissime temperature e materiali attivi per la fotonica.

 

Leggi il comunicato stampa